News

Carcinoma renale avanzato: Rimborsato in Italia cabozantinib compresse per il trattamento di prima linea di pazienti adulti

Milano (Italia) – In data 5 Settembre 2019, sulla Gazzetta Ufficiale n. 208 – Serie Generale, è stata pubblicata la determina n.1279/2019 di prezzo e rimborso di cabozantinib compresse per il trattamento del carcinoma renale (Renal Cell Carcinoma, RCC) avanzato in adulti naïve al trattamento a rischio ‘intermediate’ o ‘poor’.

“La possibilità di prescrivere cabozantinib come prima linea di trattamento amplia le possibilità per i pazienti affetti da tumore renale avanzato con rischio intermediate o poor”, ha dichiarato il Dott. Roberto Iacovelli, Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS. “Per la prima volta dopo più di dieci anni un farmaco inibitore dell’angiogenesi si è mostrato superiore allo standard di cura disponibile, prolungando il controllo della malattia nel tempo. La disponibilità di cabozantinib come prima linea di trattamento apre la strada ad una serie di novità che stanno cambiando positivamente la gestione di questa patologia a tutto vantaggio dei pazienti.”

“La decisione dell’Agenzia Italiana del Farmaco permette a pazienti idonei al trattamento di avere accesso a una nuova opzione terapeutica anche in Italia”, ha aggiunto Thibaud Eckenschwiller, Presidente e Amministratore Delegato di Ipsen S.p.a. “Questo traguardo ci incoraggia a continuare a ricercare e sviluppare trattamenti sempre più efficaci per rispondere ai bisogni dei pazienti, dei clinici e del Servizio Sanitario Nazionale.”

Cabozantinib era già stato approvato per il trattamento del carcinoma renale avanzato negli adulti precedentemente trattati con terapia anti VEGF.