News

Frutta e verdura sempre meno presenti sulle tavole italiane

Roma, 24 agosto 2018 – Gli italiani sembrano non consumare abbastanza frutta e verdura. Il 20% dei genitori dichiara che i propri figli non la mangiano tutti i giorni. E solo un adulto su dieci consuma quotidianamente tutte e cinque le porzioni di frutta e verdura raccomandate dagli specialisti. Si tratta di due tipologie di alimenti molto importanti e che non devono mai mancare sulle nostre tavole. La frutta può essere mangiata a colazione oppure come spuntino a metà mattina e pomeriggio. Mentre a pranzo e cena i vegetali devono sempre essere presenti. E’ preferibile consumarli crudi ed è importante variarli il più possibile privilegiando prodotti freschi e di stagione. Per quanto riguarda la verdura prestate molta attenzione ai condimenti. L’olio extravergine d’oliva è da preferire a quello di semi mentre vanno bandite le salse come maionese o ketchup. Un’insalata verde può essere invece arricchita con pezzettini di mela o ananas oppure con frutta secca triturata (noci, mandorle o pinoli).
Infine la frutta e la verdura sono due potenti ed efficaci anti-stress. Lo sostiene uno studio australiano dell’Università di Sidney che ha esaminato oltre 60mila individui. Dall’indagine è emerso chiaramente che chi mangiava tra le cinque e le sette porzioni al giorno di frutta e verdura aveva un rischio di stress più basso del 14%. Nelle donne questo dato raggiungeva addirittura il 23%. E’ stato così rilevato lo stesso effetto con il consumo esclusivo di frutta. Esiste quindi un motivo in più per mangiare questi gustosi e salutari alimenti.