IN EVIDENZA


Un tour dedicato ai camici bianchi di domani




Ecco alcune foto scattate durante la serata del 16-05-2017


Oncologi, pediatri e coach di calcio insieme per insegnare stili di vita corretti. Testimonial d'eccezione, il mister Max Allegri!


Con due testimonial d'eccezione ....


La nostra campagna in favore degli over 65 residenti in Italia


Qui puoi rivolgere le tue domande agli oncologi della Fondazione


L'organo ufficiale di informazione della nostra Fondazione. Leggete i numeri pubblicati


Scarica le nostre schede su 18 diversi tipi di neoplasie


Tutte le risposte alle tue domande sul cancro


Scarica i libretti informativi di AIMaC sul cancro


L'allenatore può essere un maestro anche della prevenzione del cancro


La quarta arma contro il cancro


La pagina dell'associazione WALCE (Women Against Lung Cancer), associata alla Global Lung Cancer Coalition


La copertina del libro "Il male in-curabile", realizzato dalla nostra Fondazione (Intermedia editore), presentato il 24 luglio 2014 al Ministero della Salute
2016-06-16
AIFA: "Solo il SSN può garantire a tutti le nuove terapie"
Roma, 16 giugno 2016 – “Non fatevi ingannare dal fatto che gli assicuratori privati possano pagare tutte le nuove terapie in arrivo. Magari, con premi altissimi, potranno coprirne alcune, ma mai tutte. L'unico negoziatore-pagatore che puo' farlo e' il Servizio Sanitario Nazionale, che rappresenta un modello unico per innovare”. E’ questo il monito, lanciato a margine di un convegno, dal Direttore Generale dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA), Luca Pani. “Sono in arrivo immunoterapie in ambiti diversi, terapie a base di endotossime batteriche e sensori collegati a sistemi di delivery. Per gestire tutto questo dobbiamo basarci su una interrelazione con chi ha le conoscenze, portarle nelle agenzie regolatorie, abbandonare i regimi di risk-sharing e cost sharing, perche' ci conviene di piu' il payment by results - ha aggiunto Pani -. In Italia noi siamo il pagatore unico, non come altri paesi che hanno vari pagatori: il Servizio Sanitario Nazionale e' un valore per l'intera filiera. Per affrontare tutto questo abbiamo pero' bisogno di una nuova AIFA, riformata, altrimenti non puo' reggere”.