IN EVIDENZA


Un tour dedicato ai camici bianchi di domani




Ecco alcune foto scattate durante la serata del 16-05-2017


Oncologi, pediatri e coach di calcio insieme per insegnare stili di vita corretti. Testimonial d'eccezione, il mister Max Allegri!


Con due testimonial d'eccezione ....


La nostra campagna in favore degli over 65 residenti in Italia


Qui puoi rivolgere le tue domande agli oncologi della Fondazione


L'organo ufficiale di informazione della nostra Fondazione. Leggete i numeri pubblicati


Scarica le nostre schede su 18 diversi tipi di neoplasie


Tutte le risposte alle tue domande sul cancro


Scarica i libretti informativi di AIMaC sul cancro


L'allenatore può essere un maestro anche della prevenzione del cancro


La quarta arma contro il cancro


La pagina dell'associazione WALCE (Women Against Lung Cancer), associata alla Global Lung Cancer Coalition


La copertina del libro "Il male in-curabile", realizzato dalla nostra Fondazione (Intermedia editore), presentato il 24 luglio 2014 al Ministero della Salute
2016-06-20
Di Giorgio (AIFA): "Chi compra farmaci online sottostima il rischio"
Roma, 20 giugno 2016 - Crescono i farmaci acquistati illegalmente online, come dimostrano i recenti maxisequestri doganali di prodotti medicinali contraffatti e pericolosi. Ma oltre ad una forte attività di controllo su un mercato spesso in mano a organizzazioni criminali diventa fondamentale sensibilizzare sul tema i consumatori, consapevoli dell'illegalità dell'operazione ma non dei rischi che corre. Questo in sintesi il quadro della situazione rispetto all'acquisto online da canali non autorizzati e alla necessità di una maggiore consapevolezza del rischio, come evidenzia ad Domenico Di Giorgio, Direttore dell'Ufficio Qualità dei prodotti e Contraffazione dell'Aifa, l'agenzia italiana del farmaco. "Internet è diventata ormai una porta di accesso alle informazioni sulla salute e anche per l'acquisto di prodotti medicinali che i pazienti vanno a cercare saltando tutti gli anelli professionali, dal medico al farmacista - sottolinea Di Giorgio -. Da qualche mese anche in Italia è legale la vendita online di farmaci da banco attraverso siti che sono controllati e certificati dal ministero della Salute e dalle autorità regionali, però la gran parte dell'offerta che vediamo sul web è chiaramente illegale, oltre il 99% dei siti che vendono farmaci sono illegali. Questo corrisponde a una domanda che è parimenti illegale, per cui quello che noi sequestriamo ogni anno quando facciamo operazioni doganali, è sostanzialmente una tipologia standard, con farmaci rivolti prevalentemente alle disfunzioni erettili, dimagranti magici e steroidi da palestra. C'è un'offerta illegale che si accoppia con una domanda illegale, che è una porta dove vengono infilati prodotti pericolosi di ogni genere".