IN EVIDENZA


Un tour dedicato ai camici bianchi di domani




Ecco alcune foto scattate durante la serata del 16-05-2017


Oncologi, pediatri e coach di calcio insieme per insegnare stili di vita corretti. Testimonial d'eccezione, il mister Max Allegri!


Con due testimonial d'eccezione ....


La nostra campagna in favore degli over 65 residenti in Italia


Qui puoi rivolgere le tue domande agli oncologi della Fondazione


L'organo ufficiale di informazione della nostra Fondazione. Leggete i numeri pubblicati


Scarica le nostre schede su 18 diversi tipi di neoplasie


Tutte le risposte alle tue domande sul cancro


Scarica i libretti informativi di AIMaC sul cancro


L'allenatore pu˛ essere un maestro anche della prevenzione del cancro


La quarta arma contro il cancro


La pagina dell'associazione WALCE (Women Against Lung Cancer), associata alla Global Lung Cancer Coalition


La copertina del libro "Il male in-curabile", realizzato dalla nostra Fondazione (Intermedia editore), presentato il 24 luglio 2014 al Ministero della Salute
2016-07-21
ObesitÓ: padri obesi trasmettono a figli i problemi metabolici
Sydney, 21 luglio 2016 – Non solo le madri, anche il grave eccesso di peso dei padri può danneggiare la salute dei figli. Secondo uno studio australiano i padri obesi, quando decidono di avere un bebè, rischiano di trasmettere a figli e nipoti problemi metabolici come diabete e malattie cardiache. La ricerca è stata condotta dal Victor Chang Cardiac Research Institute di Sydney, condotto su topi di laboratorio, rivela che i maschi obesi aumentano significativamente la probabilità che la progenie contragga malattie metaboliche. Un risultato che secondo i ricercatori ha implicazioni immediate di salute pubblica umana ed è un ammonimento per i futuri padri. "Si è prestata molto poca attenzione su come la salute del padre ha impatto sul nascituro", scrive la responsabile della ricerca, Catherine Suter, sulla rivista Molecular Metabolism. "La salute del nato è stata a lungo considerata responsabilità della madre appena resta incinta", aggiunge. Nello studio tutti i topi maschi di padri obesi, entro poche settimane dal consumo di una dieta ad alto contenuto di grassi e zucchero, hanno contratto statosi epatica, o malattia del fegato grasso, oltre a sintomi pre-diabetici come livello elevato di glucosio. Lo stesso è avvenuto con la seconda generazione, anche quando i padri erano sani al tempo della concezione. I risultati suggeriscono che nello sperma si trasmettono, tramite il trascritto genico Rna non codificante i fenotipi metabolici, piuttosto che l'eredità genetica.