IN EVIDENZA


Un tour dedicato ai camici bianchi di domani




Ecco alcune foto scattate durante la serata del 16-05-2017


Oncologi, pediatri e coach di calcio insieme per insegnare stili di vita corretti. Testimonial d'eccezione, il mister Max Allegri!


Con due testimonial d'eccezione ....


La nostra campagna in favore degli over 65 residenti in Italia


Qui puoi rivolgere le tue domande agli oncologi della Fondazione


L'organo ufficiale di informazione della nostra Fondazione. Leggete i numeri pubblicati


Scarica le nostre schede su 18 diversi tipi di neoplasie


Tutte le risposte alle tue domande sul cancro


Scarica i libretti informativi di AIMaC sul cancro


L'allenatore può essere un maestro anche della prevenzione del cancro


La quarta arma contro il cancro


La pagina dell'associazione WALCE (Women Against Lung Cancer), associata alla Global Lung Cancer Coalition


La copertina del libro "Il male in-curabile", realizzato dalla nostra Fondazione (Intermedia editore), presentato il 24 luglio 2014 al Ministero della Salute
2016-10-12
Tumore prostata: con dieta ricca di grassi aumenta il rischio di una forma aggressiva
Roma, 12 ottobre 2016 – Il tumore della prostata può essere più aggressivo se viene condotta una dieta carica di grassi derivanti da carne e latticini. È quanto sostiene una ricerca statunitense pubblicata da Prostate Cancer and Prostatic Diseases. "Abbiamo verificato un aumento del rischio legato ai grassi saturi tra i pazienti affetti da cancro alla prostata che non avevano assunto statine per abbassare il colesterolo” spiegano i ricercatori Una dieta ricca di grassi saturi contribuisce ad aumentare i livelli di colesterolo nel sangue, che diversi studi hanno già messo in correlazione con forme più gravi cancro alla prostata” precisa l’autrice principale dello studio Emma Allott, della University of North Carolina. Per indagare la relazione tra il cancro alla prostata e i grassi nella dieta, il gruppo di studio ha utilizzato i dati di 1.854 uomini con una diagnosi recente di carcinoma prostatico, tra cui 321 (il 17%), con forme particolarmente aggressive. Gli uomini hanno risposto a domande sulle loro abitudini alimentari, i farmaci, fattori demografici e stile di vita. I ricercatori hanno calcolato i livelli di grassi saturi nella dieta di ogni uomo, così come la quantità di grassi mono e polinsaturi, che si trovano in oli vegetali o pesce.