IN EVIDENZA


Un tour dedicato ai camici bianchi di domani




Ecco alcune foto scattate durante la serata del 16-05-2017


Oncologi, pediatri e coach di calcio insieme per insegnare stili di vita corretti. Testimonial d'eccezione, il mister Max Allegri!


Con due testimonial d'eccezione ....


La nostra campagna in favore degli over 65 residenti in Italia


Qui puoi rivolgere le tue domande agli oncologi della Fondazione


L'organo ufficiale di informazione della nostra Fondazione. Leggete i numeri pubblicati


Scarica le nostre schede su 18 diversi tipi di neoplasie


Tutte le risposte alle tue domande sul cancro


Scarica i libretti informativi di AIMaC sul cancro


L'allenatore può essere un maestro anche della prevenzione del cancro


La quarta arma contro il cancro


La pagina dell'associazione WALCE (Women Against Lung Cancer), associata alla Global Lung Cancer Coalition


La copertina del libro "Il male in-curabile", realizzato dalla nostra Fondazione (Intermedia editore), presentato il 24 luglio 2014 al Ministero della Salute
2016-12-09
In UE fuma una persona su quattro, una su cinque in Italia
Roma, 9 dicembre 2016 - Una persona su quattro nell'Unione europea è fumatrice e una su cinque deve fare i conti con il fumo passivo. L'Italia è leggermente sotto la media Ue (22,7%). I dati, relativi al 2014, emergono da un rapporto dell'Eurostat. Il 24% delle persone di età superiore ai 15 anni è dipendente dal fumo. Il 21,6% della popolazione europea, inoltre, è esposto quotidianamente al fumo passivo in interni. Il vizio del fumo attrae più gli uomini (28,7% i fumatori) rispetto alle donne (19,5%). Svezia e Gran Bretagna i Paesi più virtuosi (16,7% e 17,2% di fumatori), 'filtro nero' alla Bulgaria (34,7%).