IN EVIDENZA


Un tour dedicato ai camici bianchi di domani




Ecco alcune foto scattate durante la serata del 16-05-2017


Oncologi, pediatri e coach di calcio insieme per insegnare stili di vita corretti. Testimonial d'eccezione, il mister Max Allegri!


Con due testimonial d'eccezione ....


La nostra campagna in favore degli over 65 residenti in Italia


Qui puoi rivolgere le tue domande agli oncologi della Fondazione


L'organo ufficiale di informazione della nostra Fondazione. Leggete i numeri pubblicati


Scarica le nostre schede su 18 diversi tipi di neoplasie


Tutte le risposte alle tue domande sul cancro


Scarica i libretti informativi di AIMaC sul cancro


L'allenatore può essere un maestro anche della prevenzione del cancro


La quarta arma contro il cancro


La pagina dell'associazione WALCE (Women Against Lung Cancer), associata alla Global Lung Cancer Coalition


La copertina del libro "Il male in-curabile", realizzato dalla nostra Fondazione (Intermedia editore), presentato il 24 luglio 2014 al Ministero della Salute
2017-01-18
OMS: da immagini choc a tasse sul cibo, le leggi pro-salute funzionano

Roma, 18 gennaio 2017 - Tassa sulle bibite in Messico, pacchetti di sigarette con immagini choc in Australia o il casco della motocicletta obbligatorio in Vietnam. Sono queste alcune delle leggi imposte per promuovere comportamenti salutari in ogni parte del mondo. A tracciare un bilancio su questi provvedimenti salvavita è un report dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). Sul fumo, per esempio, le leggi imposte dal Governo federale di Canberra hanno portato a grossi risultati. In Australia sono stati introdotti pacchetti di sigarette anonimi e con immagini choc. Dopo solo quattro settimane, dall'entrata in vigore, si è registrato un aumento del 78% delle richieste di aiuto per smettere di fumare. C’è poi il capitolo delle leggi sul cibo anti-obesità, come tasse su cibi e bevande. Secondo l’OMS perché siano efficaci l’incremento del prezzo deve essere abbastanza alto da cambiare gli stili di consumo del 20%. Nel 2014 il Messico ha introdotto la tassa di un peso per litro di bevande zuccherate (circa il 10%), e durante quell'anno il consumo è calato del 12% in media, del 17% nelle fasce più povere. In Finlandia, la legge introdotta nel '93 per limitare il consumo di sale, ha portato alla scomparsa dal mercato di diversi prodotti con quantità di sale oltre i limiti.