IN EVIDENZA


Un tour dedicato ai camici bianchi di domani




Ecco alcune foto scattate durante la serata del 16-05-2017


Oncologi, pediatri e coach di calcio insieme per insegnare stili di vita corretti. Testimonial d'eccezione, il mister Max Allegri!


Con due testimonial d'eccezione ....


La nostra campagna in favore degli over 65 residenti in Italia


Qui puoi rivolgere le tue domande agli oncologi della Fondazione


L'organo ufficiale di informazione della nostra Fondazione. Leggete i numeri pubblicati


Scarica le nostre schede su 18 diversi tipi di neoplasie


Tutte le risposte alle tue domande sul cancro


Scarica i libretti informativi di AIMaC sul cancro


L'allenatore può essere un maestro anche della prevenzione del cancro


La quarta arma contro il cancro


La pagina dell'associazione WALCE (Women Against Lung Cancer), associata alla Global Lung Cancer Coalition


La copertina del libro "Il male in-curabile", realizzato dalla nostra Fondazione (Intermedia editore), presentato il 24 luglio 2014 al Ministero della Salute
2017-05-07
"ROGO DI POMEZIA: FARE SUBITO CHIAREZZA PER DARE NOTIZIE CERTE ALLA POPOLAZIONE"

Roma, 7 maggio 2017 - La Fondazione Insieme contro il Cancro esprime la propria preoccupazione per l'incendio nell'azienda di smaltimenti di rifiuti a Pomezia di venerdì scorso. “A tre giorni dal rogo - spiega il presidente, prof. Francesco Cognetti - non vi sono punti fermi: lo stabilimento aveva strutture in amianto che sono state diffuse nell'ambiente? Quali altre sostanze tossiche sono costretti a respirare gli abitanti che vivono nei pressi della fabbrica? Sono note le conseguenze per la salute? Chi sta intervenendo e come? Finora, ci risulta, nessuno è intervenuto ai massimi livelli. La Regione sta monitorando con la dovuta attenzione? E il Ministero della Salute? Se da un lato non si devono creare allarmismi ingiustificati - sottolinea Cognetti - dall'altro è assolutamente indispensabile non sottovalutare quanto è accaduto. E soprattutto dobbiamo dare notizie certe alla popolazione, attivando tutti quegli strumenti e presidi di salute pubblica da parte delle Autorità competenti, Regione e Ministero della Salute in primo luogo”. “Da parte nostra - conclude Cognetti -, continueremo a seguire e monitorare oltre a essere a disposizione per offrire le nostre competenze in campo di prevenzione oncologica”.
Intermedia