News

Ecco come sciare in piena sicurezza

Roma, 2 gennaio 2018 – Sciare è la passione invernale per oltre 7 milioni di italiani. Si tratta probabilmente di una delle attività più emozionanti e spettacolari, oltre ad essere una vera amica del benessere. Per esempio aiuta a smaltire i chili di troppo: con un’ora sulle piste puoi perdere oltre 400 calorie, con 60 minuti di sci di fondo è possibile arrivare addirittura a 500. Sciare è dunque un’attività estremamente impegnativa dal punto di vista fisico ma può essere anche pericolosa. Infatti il rischio di infortuni sulla neve, soprattutto alle ginocchia, è sempre molto alto”. Per sciare in piena sicurezza è necessario:
• Arrivare in forma sulla pista: non ci si può improvvisare atleti della montagna. Preparatevi accuratamente nelle settimane precedenti con un buon lavoro aerobico. La cyclette va benissimo per fiato e gambe e non dimenticate però di sgranchire anche braccia, addominali e dorsali con esercizi specifici.
• Scegliere l’abbigliamento giusto: meglio qualcosa di aderente ed elastico per facilitare i movimenti delle gambe. Deve tenere caldo ma al tempo stesso far traspirare. Sappiate però che il movimento fa scaldare molto, quindi non esagerate nel coprirvi.
• Rispettare le regole: come in strada, anche sulle piste esistono norme precise da seguire per garantire a tutti gli utenti la sicurezza. La Polizia di Stato ha emanato un apposito codice di norme.
• Seguire una dieta sana: meglio suddividere le calorie in tre pasti principali e due spuntini (a metà mattina e a metà pomeriggio). Per avere sempre a disposizione la benzina necessaria, gli esperti consigliano di suddividere i nutrienti: la dieta deve prevedere circa il 20% di proteine, poco più del 50% di carboidrati e non oltre il 30% di grassi. Anche l’idratazione è fondamentale: è necessario bere tanta acqua o bevande ricche di sali minerali. Almeno tre volte al giorno è bene mangiare frutta e verdura che, ricche di acqua, forniscono energia e un bel bagaglio di antiossidanti e vitamine, che aiutano l’organismo a difendersi dal freddo.
• Attenzione al sole: l’intensità dei raggi solari in quota aumenta del 10-12% ogni 1.000 metri di dislivello e la neve riflette fino all’80% degli ultravioletti. Tutto questo, oltre a provocare un eccesso di luminosità alla quale l’occhio umano non è abituato, aumenta il rischio di scottature. Inoltre, le basse temperature fanno percepire di meno l’impatto dei raggi e si è portati a esporsi di più. Nella vostra borsa non devono mancare quindi creme solari protettive e occhiali da sole.